Centosettantacinque ettari in un corpus unico al centro della zona Docg di Montefalco.

I terreni, argillosi e ricchi di calcare, hanno origine geologica diversa: profondi alcuni, ricchi di scheletro altri, che conferiscono ai vini sfumature intense e variegate; colline austere, circondate da boschi, dal microclima ideale per la vite e l’olivo. Dieci ettari sono dedicati ad oliveto, cinquanta a vigneto,  disposti sulla sommità delle colline e orientati a sud e ad ovest. Coltiviamo prevalentemente varietà autoctone: Grechetto e Trebbiano Spoletino per i bianchi, Sangiovese e Sagrantino per i rossi.

Al centro dell’Azienda, proprio sotto l’antica casa padronale, si trova la Cantina, completamente interrata e progettata per la vinificazione a caduta, che prevede cioè l’ingresso del pigiato nei fermentini  e il successivo scarico delle vinacce senza l’uso di pompe, ma per gravità.

Si vinificano solo uve di propria produzione, da agricoltura biologica, così da offrire un prodotto  di cui si abbia il pieno controllo in ogni fase, con in più la garanzia della certificazione biologica sia delle uve che dei vini.

L’Azienda offre anche ospitalità enoturistica nell’antico Casale Satriano, accuratamente restaurato ed arredato:  6 appartamenti dotati di piscina, circondati da vigneti e da un panorama unico, a un passo dai più bei borghi medievali umbri.

Recentemente l’azienda ha intrapreso l’allevamento di suini allo stato brado e la produzione di salumi. E’ inoltre possibile organizzare la caccia al tartufo nero e bianco presso la tenuta.

Infine Cucina in Cantina, la scuola di cucina di Antonelli San Marco, vi offre corsi di cucina umbra, pranzi e cene su prenotazione per gruppi, degustazioni di vino e visite guidate nella storica tenuta.